Morninglands - Le Terre del Mattino


home page
mappa
eroi e nemici
storia
regioni
magia
religioni
bestiario
download
forum

La religione e la cultura Fremer

Fremer La bizzarra ma affascinante cultura Fremer ha prodotto un altrettanto bizzarra ed affascinante dottrina, in essa si possono trovare alcune similitudini con la religione makurana: in effetti la divinità viene chiamata semplicemente Dio e vengono ricordati numerosi profeti, per il resto però, non ci sono punti di contatto.
Il più importante profeta (Bashar - "colui che ha visto") racconta, nel suo testo sacro (La Bibbia), di aver visto, grazie all'uso del "Profumo del Deserto" che lo ha messo direttamente in contatto con Dio la vera provenienza del Popolo Fremer :
egli racconta di come abbiano emigrato per secoli fra indicibili sofferenze attraverso ben 7 luoghi differenti fino a giungere più di 4000 anni fa, scavalcando i Monti Locventz, nel deserto d'Areio.
Dio avrebbe riservato al suo popolo questo difficile e triste destino per metterlo alla prova, se i Fremer riusciranno a superare tutte le sofferenza a cui verranno sottoposti, arriverà il momento della gloria. La Bibbia dice:
"Un giorno, giungerà il Kuisaz Haderah, l'essere perfetto, il messia, il condottiero, egli sarà uno straniero, ma conoscerà i costumi Fremer senza averli mai imparati, egli sarà un uomo ma berrà l'Acqua della Vita e non morirà, egli condurrà il Popolo Fremer alla Jihad, la guerra santa, scaccerà gli oppressori e farà piovere nel deserto, regalando al Popolo la libertà e l'Eden."
Solo in rarissime occasioni i Fremer invocano Dio, tutti i riti e le usanze sono invece riferiti alla Regola di Amtal (altro profeta) che definisce la Legge dell'Acqua.
Molti stranieri che si trovano a contatto con i Fremer confondono Amtal (l'acqua) con Dio, ma ciò è profondamente sbagliato.
il Popolo del Deserto non invoca Dio, per il semplice motivo che egli non esiste per ascoltare le lacrimevoli suppliche degli uomini, ma solo per giudicare il loro cammino.
Essi incentrano tutti i loro riti, invece, sulle cose più preziose del deserto: l'acqua e naturalmente, il "Profumo del Deserto".
In effetti per sopravvivere nel terribile Deserto D'Areio, bisogna attenersi a regole ferree che non possono essere modificate nemmeno per il più nobile dei sentimenti o ideale: un solo errore o distrazione e l'acqua viene presto a mancare e un'intera tribù, fino a quel momento prospera, può venire annientata dalla sete.
Questi sono i motivi che rendono i Fremer così ligi alla Regola di Amtal (la Legge dell'Acqua) facendoli spesso sconfinare nel fanatismo, non conoscono alcuna pietà, ed applicano le più spaventose usanze pur di non sprecarne la minima goccia.
Nella cultura Fremer la religione è chiaramente importantissima e di altrettanta considerazione gode il clero.
Per ogni tribù può esserci una sola guida spirituale (Reverenda Madre) che viene sostituita al momento della morte attraverso un tragico cerimoniale.
La Reverenda Madre deve essere esclusivamente donna, questo perché il rito di iniziazione di una giovane adepta prevede che essa debba bere l'Acqua della Vita che non è altro che acqua mescolata al "Profumo del Deserto".
La particolarità sta nel fatto che questa miscellanea diventa un forte veleno al quale solo le donne possono sopravvivere.
Alla nuova Reverenda Madre, che miracolosamente non muore avvelenata, l'Acqua della Vita dona il contatto con Dio e quindi la possibilità di ricevere saggezza e conoscenza (tramite allucinanti visioni), e naturalmente capacità magiche.
L'Acqua della Vita non lascia scampo agli uomini (fa anche strage delle giovani adepte) per questo le credenze prevedono che l'ultimo modo, quello realmente infallibile, per riconoscere il Kuisaz Haderah, è permettere allo straniero che lo richiede e che abbia già dimostrato di possedere tutte le altre qualità necessarie di bere l'Acqua della Vita.


home page mappa eroi e nemici storia regioni magia religioni bestiario download


© 2002 - 2008 - Morninglands by NeoMaster
info@morninglands.it